Cerca nel blog

lunedì 26 luglio 2010

La nuova proposta VMware per il mercato SMB

Contemporaneamente all’annuncio di vSphere 4.1, VMware ha annunciato le nuove soluzioni per il mercato medio piccolo (SMB) permettendo di usare le più avanzate funzionalità della piattaforma di virtualizzazione ad un prezzo estremamente accessibile.

In primo luogo VMware ha rimarchiato ESXi in VMware vSphere Hypervisor, prodotto che continua ad essere disponibile a costo zero. L’hypervisor nella sua versione stand-alone rappresenta comunque un blocco fondamentale sul quale costruire, in un secondo tempo, una solida infrastruttura virtuale in quanto non vi sono differenze con il virtualizzatore utilizzato nelle versioni a pagamento dell'offerta VMware.

Con VMware vSphere Hypervisor è possibile mettere in produzione ambienti virtuali partendo con il processo di server consolidation, riducendo sia i costi capitali sia i costi operativi.

Nel caso in cui si desiderasse gestire più server è possibile passare a VMware vSphere 4.1 Essentials, soluzione resa ancora più economica, per la gestione di infrastrutture fino a 6 processori.

Con la versione VMware vSphere 4.1 Essentials Plus, è inoltre possibile fornire all’infrastruttura protezione in caso di crash del server fisico grazie a VMware HA ed eliminare i downtime pianificati grazie a VMware VMotion che permette lo spostamento a caldo delle VM tra host fisici sia per bilanciare manualmente i carichi di lavoro sia per evitare disservizi a causa di manutenzione da farsi sul server fisico.

La presenza di VMotion, funzionalità prima disponibile solo in edizioni superiori nel portafoglio VMware, nella versione Essentials Plus rappresenta messaggio importante dell’attenzione che VMware dà al mercato medio piccolo.

Per maggiori informazioni è possibile consultare i seguenti link:

Nessun commento: