Cerca nel blog

mercoledì 6 ottobre 2010

Storage Hardware Acceleration

Con la funzionalità “hardware Acceleration” l’hypervisor può demandare allo storage fisico determinate operazioni. Questa features è disponibile solo su apparati certificati e permette di accelerare attività di gestione sulle VM e sullo storage stesso. Grazie all’assistenza fornita dall’hardware le attività legate allo storage verranno eseguite con maggiore velocità consumando meno CPU e meno banda.

Per rendere operative l’accelerazione hardware è necessario utilizzare la riga di comando agendo sull’architettura modulare dello storage (Pluggable Storage Architecture) per combinare il plug-in di integrazione dello storage (VAAI) e degli appositi filtri (VAAI filter).

L’accelerazione HW è disponibile solo con hypervisor ESXi 4.1 e su specifici apparati; al momento questa funzionalità non si estende alle NAS.

A livello host l’accelerazione è abilitata di default, tuttavia è necessario a livello di storage consultando la documentazione offerta dal produttore. I benefici dell’accelerazione investono operazioni quali:
  • migrazione di VM attraverso Storage vMotion;
  • deployment massivo di VM attraverso Template o clonazione;
  • operazioni a livello di metadata incluso i meccanismi di lock che operano a livello di VMFS;
  • abilitazione di VMware FT sulle VM
Attraverso la vista Datastores, disponibile nel pannello storage, è possibile osservare, per ogni device, lo stato dell’accelerazione hardware grazie all’apposita colonna i cui valori possono essere “Unknown”, “Supported” e “Not Supported”. Il valore iniziale è Unknown, (tranne che per i datastore NFS) e tale stato cambierà in “Supported” solo dopo aver portato a temine con successo tutte le operazioni per abilitare l’hardware acceleration.

Vista Datastores, disponibile nel pannello storage

Se il proprio storage non dovesse supportare l’accelerazione HW è possibile disabilitare la funzionalità a livello di ESX attraverso il vSphere Client agendo sugli “advanced settings” seguendo la procedura:
  • posizionarsi nell’inventario Host & Cluster e scegliere il primo host;
  • puntare alla scheda “Configuration” e nel riquadro Software premere “Advanced Settings”
  • selezionare il nodo “VMFS3” ed impostare il parametro “VMFS3.HardwareAcceleratedLocking” a zero.
  • selezionare quindi il nodo “DataMover” e impostare a zero i parametri “DataMover.HardwareAcceleratedMove” e “DataMover.HardwareAcceleratedInit”
  • premere OK ed agire sull’host successivo.

Parametri avanzati per disabilitare l'accelerazione HW

Per maggiori informazioni è possibile consultare la sezione relativa all'accelerazione HW nella guida per la configurazione del server ESX.

Nessun commento: