Cerca nel blog

domenica 31 luglio 2011

vSphere 5: miglioramenti sullo storage

Supporto di Storage I/O Control per la NFS

vSphere 5 estende il supporto per la funzionalità di Storage I/O Control anche sulle NFS e più in generale sulle Network-Attached Storage (NAS). I benefici più significativi sono:

  • regola dinamicamente l’accesso contemporaneo di più VM allo storage condiviso in base alle share sul disco assegnate a livello di VM;
  • aiuta ad individuare le applicazioni sensibili alla latenza che utilizzano molti I/O di piccole dimensioni (minori di 8KB). Questo consente di aumentare le prestazioni fino al 20%;
  • distribuisce le risorse non utilizzate alle VM che ne hanno bisogno in base alle share del disco delle VM. Questo permette un’allocazione più corretta delle risorse dello storage, senza sprechi;
  • limita le fluttuazioni nelle performance delle VM con workload critici durante i momenti di estremo carico e di congestione sull’ I/O. Il beneficio nelle prestazioni è stato calcolato all’11% rispetto ad uno scenario che non adotta SIOC.

Storage I/O Control fornisce un meccanismo di controllo dinamico per la gestione dell’accesso alle risorse I/O (FC, iSCSI, NFS) da parte delle VM in un cluster. I benefici di SIOC, prima previsti solo per FC e iSCSI sono ora applicati anche a NFS. I test condotti hanno dimostrato che con un adeguato bilanciamento dei carichi SIOC è in grado di migliorare le performance per le applicazioni critiche fino al 10% con un miglioramento sulla latenza delle operazioni di I/O fino al 33%.

Per maggiori informazioni consultare il technical white paper "What’s New in Performance in VMware vSphere™ 5.0"

Nessun commento: