Cerca nel blog

mercoledì 31 agosto 2011

vSphere 5 HA: heartbeat a livello di storage

vSphere HA introduce il concetto di host master e host slave. Lo stato di un host è visibile nella scheda summary dell’host stesso.

Scheda Summary dell'host ESX
Scheda Summary dell'host ESX

Quando un host master in un cluster HA non riesce a comunicare con uno slave attraverso la rete di management, per determinare se l’host è in stato di crash oppure è isolato, si avvale dell’heartbeat a livello di storage. In assenza di entrambe gli heartbeat il master considera l’host fallito e riavvierà le sua macchine virtuali altrove.

vCenter server seleziona un set di datastore preferenziali per il “Datastore Heartbeating”. Questa selezione viene fatta per massimizzare il numero di host che hanno accesso ai datastore per l’heartbeat e minimizzare la probabilità che appartengano allo stesso storage array o NFS server. Per modificare la selezione dei datastore è possibile agire editando i parametri del cluster dal vSphere Client.

Edit del cluster HA
Edit del cluster HA

La scheda Datastore Heartbeating permette di selezionare i datastore attingendo da una lista di datastore visti da almeno 2 host. E’ inoltre possibile vedere quale datastore vSphere HA ha selezionato attraverso la scheda “Heartbeat Datastores” nella finestra “HA Cluster Status”.

Finestra “HA Cluster Status”
Finestra “HA Cluster Status”

E’ possibile utilizzare l’opzione avanzata “das.heartbeatdsperhost” per cambiare il numero di datastore per l’heartbeat selezionato dal vCenter per ogni host, il default è 2 ed il valore massimo è 5.

In un ambiente che usa tecnologie convergenti (CNA), ovvero dove traffico di rete e storage viaggiano sugli stessi adattatori fisici è consigliato disabilitare la funzionalità di datastore heartbeating, in quanto non fornisce alcun beneficio per questo tipo di ambienti.

vSphere HA crea la cartella “.vSphere-HA” nella root di ogni datastore usato perl’heartbeat ; la cartella viene utilizzata sia dalla funzionalità datastore heartbeating sia per mantenere il set di VM da proteggere. Questa cartella non deve essere cancellata ed i file in essa contenuti non devono essere editati. Nel caso in cui più cluster utilizzino gli stessi datastore verranno create delle sottocartelle.

Finestra Datastore Browser
Finestra Datastore Browser

Per maggiori dettagli è possibile consultare la guida di vSphere 5 alla sezione “Datastore Heartbeating”

Nessun commento: